Mostra evento di pittura Greca a palazzo della Cancelleria - 8 novembre [..]


Comunione di persone - La rappresentazione della figura umana.
Dall’arte post-bizantina alla pittura greca contemporanea
”.


Inaugurazione 8 novembre 2021 alle ore 18:30.

Palazzo della Cancelleria del Vaticano,
nel centro storico di Roma,
Piazza della Cancelleria, 1.


L’Ambasciata di Grecia presso la Santa Sede in collaborazione
con la Galleria Nazionale - Museo Alexandros Soutsos organizza
la mostra “Comunione di persone - La rappresentazione della
figura umana. Dall’arte post-bizantina alla pittura greca
contemporanea” nel Palazzo della Cancelleria del Vaticano a
Roma. L'iniziativa congiunta mira alla celebrazione di due
anniversari: i 40 anni dallo scambio di Ambasciatori tra la
Repubblica Ellenica e la Santa Sede (1980) e, naturalmente,
 i 200 anni dalla Lotta del Risorgimento Greco (1821).
In correlazione allo spirito dei due anniversari e al particolare
carattere religioso del Vaticano, il tema della Mostra è la
rappresentazione della figura umana nell’arte greca moderna, dal
periodo post-bizantino all’era contemporanea. Si pone in rilievo il
passaggio dal rigore della concezione religiosa della figura umana
alla libertà di sperimentazione, alla luce delle attuali correnti
artistiche internazionali predominanti in Europa, con cui gli artisti
dello stato greco libero si confrontano dal 1830 in poi. Curatrice
della mostra è Olga Mentzafou, Direttrice Onoraria delle Collezioni
e della Programmazione Museologica della Galleria Nazionale,
con la collaborazione di Maria Migadi, Storica dell’Arte.
La progettazione museografica è opera della Professoressa
Emerita di Architettura Sonia Charalambidou e dell’architetto Irini
Charalambidou. Attraverso il ritratto, formulazione estetica
e allo stesso tempo testimonianza sociale e storica di ogni
epoca, si ripercorre l’evoluzione della rappresentazione
della figura umana come espressione prevalentemente
della classe borghese, ma anche come manifestazione
della prospettiva personale dell’artista che riconosce
la naturale peculiarità del raffigurato, nonché quella che
egli stesso vuole mettere in rilievo. Una “Comunione di Persone”
che definisce l’identità del soggetto, che invita l’artista a esplorare
il mistero della sua presenza, che invita lo spettatore a partecipare
e comprendere questo mistero. Allo stesso tempo, si fa riferimento
particolare ai princìpi estetici dell’arte bizantina che riprendono
vigore negli anni 1920 e 1930, con una virata verso le fonti, lo stile
Fayyum. Gli artisti di questa generazione, attraverso la
raffigurazione del volto, danno la misura con cui possono attingere
al patrimonio nazionale senza allontanarsi dai principi del
modernismo. La mostra comprende 66 opere provenienti dalle
collezioni della Galleria Nazionale, da Musei e Fondazioni,
oltre che da collezioni private.
Sono rappresentati i più importanti pittori dell’arte greca
moderna da N. Ghyzis, N. Lytras e G. lakovidis fino a G. Moralis,
G. Tsarouchis e Y. Rorris e molti altri. Donatori della mostra sono
la Banca di Grecia, la Fondazione Antonios E. Komninos,
la Fondazione Aikaterini Laskaridi, la Fondazione benefica
Athanasios K. Laskaridis, la Fondazione
benefica loannis S. Latsis, la compagnia navale Angelakos
(Hellas) S.A., la Fondazione benefica Maria Tsakos e la
Fondazione A. G. Leventis. La mostra si terrà presso
il Palazzo della Cancelleria del Vaticano, nel centro
storico di Roma (Piazza della Cancelleria, 1).
 
Sarà inaugurata l’8 novembre 2021 e durerà fino all’7 dicembre 2021.

Orari di apertura:
Dal lunedì al sabato, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00.

Scroll Down
Back to the Top