223
ALESSANDRO ROSI
(Firenze 1627 - 1697)

LA VERGINE CONSEGNA IL BAMBINO A SANTA CATERINA DA SIENA
Olio su tela, cm. 87,5 x 71,5

PROVENIENZA
Famiglia veneta

Allievo di Cesare Dandini, nella letteratura artistica viene ricordato dall'Orlandi, Francesco Saverio Baldinucci e dal Marrini. Studi più approfonditi recenti hanno portato a nuove attribuzioni di alcune opere a favore di Alessandro Rosi per dipinti assegnati a Sigismondo Coccapani. Inoltre i ritrovamenti di testimonianze documentarie hanno permesso di restituire al Rosi la decorazione di Palazzo Corsini a Firenze, condotta tra il 1650 ed il 1653, il San Sebastiano dell'Abbazia di Vallombrosa e l'affresco raffigurante gli angeli musicanti situato sopra l'organo della chiesa fiorentina della Santissima Annunziata (La Pittura in Italia Il Seicento, Milano 1989, tomo II, p. 869 - Sandro Bellesi Catalogo dei pittori fiorentini del '600 e 700, Firenze 2009, tomo I, tomo III).
Il dipinto in esame si può inserire nella produzione più significativa dell'artista, la brillantezza delle cromie, tipica della pittura fiorentina del seicento, esalta le componenti del linguaggio barocco che bene si evidenziano attraverso le volumetrie dei panni e la luce dorata che crea uno sfondamento nel piccolo ambiente domestico dove avviene l'evento miracoloso

CONDIZIONI DEL DIPINTO
Rintelo novecentesco a tela di sacco. Piccoli punti di restauro integrativi sparsi sulle vesti e sugli incarnati del bambino

CORNICE
Cornice modanata in legno dorato con decori a foglie agli angoli, del XVIII secolo

5000-7000